mercoledì 21 agosto 2019

Brush calligraphy e falsa calligrafia: Il Re Leone

Questa sera porteremo Camilla al cinema per la prima volta! La porteremo a vedere Il Re Leone a Riccione, alla rassegna Cinema in Giardino, perché ho paura che portarla in sala sia ancora un po' presto, dubito che possa stare seduta per più di un'ora...se mi va bene si potrebbe addormentare, in caso negativo mi toccherebbe uscire! Il posto scelto per Cinema in Giardino, invece, è molto grande e se anche avrà voglia di muoversi, io potrò comunque godermi il film.

Con l'occasione, ho deciso di riprendere in mano i pennarelli con la punta pennello che era tanto che non usavo, per scrive il titolo con la tecnica della brush calligraphy. Il risultato lo potete vedere sul profilo di Instagram oppure nel mio canale di YouTube





I pennarelli usati per la parte di brush calligraphy sono i Mozart Dual Brush. Li ho presi in alternativa ai Tombow, che sono fantastici ma hanno anche un discreto costo e penso che per chi è alle prime armi siano sprecati, perché se non si sa come utilizzarli, la punta pennello si rovina quasi subito.

Ho acquistato diverse marche di pennarelli con la punta pennello economici, ma gli unici che mi piacciono sono i Mozart perché la punta, anche se si ammorbidisce, non si sfalda, come, ad esempio, ha fatto il pennarello grigio che ho usato per realizzare l'ombra (infatti non è venuta bene).

Per la falsa calligrafia, invece, ho utilizzato una semplicissima matita hb. Lo do per scontato, ma la conoscete la tecnica della falsa calligrafia? Se non la conoscete, potete leggere un vecchio post in cui spiego di cosa si tratta QUI

Nessun commento:

 Commenta qui sotto