mercoledì 4 gennaio 2017

CALLIGRAFIA: DOMANDE FREQUENTI

In questo primo post del 2017 vorrei rispondere ad alcune delle domande che mi vengono poste più di frequente via mail o durante i workshop di calligrafia moderna, in modo che possiate avvicinarvi a questo bellissimo mondo della scrittura.

1) Quali libri posso acquistare per cominciare?

A mio parere, all'inizio, vale la pena di acquistare solo due libri, Scrivere a mano libera di Monica Dengo e The Complete book of chalk lettering di Valerie Mckeehan. Sono gli unici due libri che non si limitano ad insegnare la forma delle lettere, dando un approccio più completo alla scrittura.
Se si deve scegliere tra uno dei due, è necessario fermarsi a pensare cosa si vuole effettivamente imparare e quanto tempo si può dedicare agli esercizi.

Il libro di M. D. è perfetto per chi vuole imparare le basi della calligrafia moderna seriamente. Ci sono tanti esercizi da eseguire che, fatti secondo le regole date, portano ad automatizzare i gesti del nuovo stile di scrittura. Bisogna, però, avere a disposizione almeno un'ora tutti i giorni e tanta voglia di applicarsi

Se, invece, si vuole migliorare la propria scrittura perché sia ha l'esigenza/voglia di scrivere sulla lavagna o sui vetri/specchi, oppure creare delle stampe per abbellire la propria casa, vi consiglio il libro di V. M.  In questo libro, nato per la scrittura su lavagna, trovate tutte le spiegazioni per avvicinarvi all'handlettering e alla falsa calligrafia, e tante idee per disegnare alfabeti e composizioni  bellissime.

A supporto di entrambi questi libri, trovate la mia dispensa di calligrafia quotidiana, che riassume tutte le regole utili della calligrafia moderna e della falsa calligrafia!

2) Su quale carta devo fare gli esercizi?

Non vi preoccupate di acquistare carta particolare per i primi esercizi, un quaderno a righe tipo quello di quinta elementare andrà benissimo, oppure, ancora meglio, quello di terza elementare così da avere le tre righe per esercitare anche i tratti ascendenti e discendenti.

3) Quale penna - pennarello - pennino devo usare per gli esercizi?

So che vi deluderò con questa risposta ma, all'inizio, l'unico supporto di scrittura da utilizzare è la matita. Capisco la voglia di acquistare pennino e inchiostro o pennarelli a punta pennello particolari, ma non serve a niente. Prima di tutto vanno capite e automatizzate/memorizzate le regole di base, solo in un secondo momento l'attenzione si può spostare su un supporto di scrittura diverso.

Queste le prime risposte, nel prossimo post vedremo più nello specifico i pennarelli poi partiremo con gli esercizi veri e propri!

Buona giornata e buon anno nuovo!

mercoledì 7 dicembre 2016

IDEE REGALO PER NATALE #2

Dopo una ricetta regalo dolce, eccone una salata che era tanto che volevo provare: frutta secca aromatizzata home made. Personalmente sono estremamente golosa di frutta secca, sia nella versione dolce che salata, e questa trovo sia un'idea molto carina per regalare qualcosa di sfizioso ma molto più sano della sua versione industriale. Ecco cosa serve:

150 gr. frutta secca sgusciata - spezie a scelta - un albume (ne servirà solo una parte)

Accendere il forno a 180°, montare l'albume a neve e metterne qualche cucchiaino nella frutta secca, in modo che si inumidisca, non che ci navighi dentro :-) A questo punto aggiungere le spezie nella quantità desiderata, dipende da quanto volete che si senta il sapore. Io ho diviso in precedenza la quantità di noccioline perché in parte le ho aromatizzate con sale e origano e in parte con sale e paprika dolce (si potrebbe usare anche il curry, il timo...dipende un po' dai vostri gusti)

Mescolare il tutto (tenete però divisi i sapori se ne fate di diversi), mettete la frutta secca su una leccarda ricoperta da carta da forno; infornate per circa 7/8 minuti. In questo modo la frutta si tosterà e gli aromi rimarranno ben attaccati.


Una volta che la frutta secca sarà pronta e ben raffreddata, si può pensare alla confezione. Nel mio caso ho utilizzato dei barattolini in vetro dei sughi Althea, partecipando alla loro iniziativa Wonder Vasetto, in cui siamo state invitate a pensare ad un riciclo creativo dei loro contenitori dei sughi e all'utilizzo delle etichette adesive pensate per questa campagna. Infatti, acquistando una bottiglia di sugo Althea si potrà richiedere on line un set di etichette adesive per personalizzare le nostre creazioni e verranno spedite direttamente a casa propria. Io ho scelto l'orso polare ma ci sono tanti disegni diversi da richiedere. Qualche pois/fiocco di neve disegnato con l'Uniposca bianco, del tessuto in tinta con l'etichetta, spago da cucina e il regalo è confezionato.





Spero tanto che questa ricetta vi piaccia come quella degli alberelli in pasta sfoglia; se non l'avete vista la trovate qui
Buon lavoro!

(renne in cartone sullo sfondo di Selfpackaging)

mercoledì 23 novembre 2016

AMBASCIATRICE DI COCCOLE CON BABY HUG di DMC

Ho conosciuto i prodotti della DMC tantissimi anni fa. Se non ricordo male il primo kit da ricamo Dmc per il punto croce l'ho ricevuto per la prima Comunione. Non credo di aver portato a termine nessun quadretto ma negli anni ho realizzato diverse cose per il mio "corredo" e la scelta in merceria è sempre caduta sui fili colorati della Dmc. Quando sono stata contattata dall'azienda per diventare loro ambasciatrice di coccole per la presentazione del peluche Baby Hug, ho accettato con entusiasmo. L'idea di regalare ad un nuovo nato una copertina fatta a mano fa in qualche modo parte delle mie abitudini familiari, perché è una tradizione propria di mia mamma, eccellente sferruzzatrice di coperte per neonati. Aggiungere un tenero peluche può solo rendere il regalo ancora più gradito!






Il risultato del nostro lavoro, cioè del lavoro fatto da mia mamma, devo confessarlo, è questa bellissima copertina rosa a punto mimosa, la sua tecnica preferita! Speriamo arrivi velocemente una nuova bimba a cui poterla regalare! In ogni caso, se è in previsione l'arrivo di un maschietto, non ci sono problemi, infatti nella linea sono presenti 5 soggetti: l’orso azzurro, il gatto rosa, l’agnello bianco, il cane beige e l’ippopotamo lilla, quindi non c'è che l'imbarazzo della scelta!




Buzzoole